Ordine del Giorno: Pronto Soccorso Animali e campagne di sensibilizzazione

Grazie alla collaborazione di tante associazioni che si occupano di Animali io e il mio collega Carlo Monguzzi abbiamo scritto un Ordine del Giorno che depositeremo a breve:

ORDINE DEL GIORNO

Istituzione di un Pronto Soccorso per Animali, Tavolo di Lavoro sugli animali, Pianto Anticaldo e Campagne di sensibilizzazione sulle Adozioni Consapevoli e una sulla fauna selvatica usando come testimonial i rondoni

Preso atto che:

A Milano manca completamente un servizio di pronto soccorso per gli animali in pericolo e/o in difficoltà, che possa avere caratteristiche d’intervento compatibili con le necessità di garantire tempi brevi dal momento della segnalazione all’effettiva attività operativa. Attualmente il soccorso agli animali è garantito dall’amministrazione pubblica solo per alcune specie (cani/gatti) e con tempi di effettivo soccorso che possono avere tempi variabili, a seconda se il servizio avviene durante il periodo di normale operatività o in regime di reperibilità. Questo ovviamente crea una serie di problematiche così sintetizzabili:

  • Tempistiche non accettabili per soccorso su animali feriti/traumatizzati
  • Modalità operative incompatibili con il normale funzionamento di un servizio di soccorso (cittadino attiva Polizia Locale, che invia quando può pattuglia PL, che attiva veterinario di turno, che attiva a sua volta i reperibili che spesso abitano fuori Milano) e anche con la disponibilità dei cittadini ai quali viene chiesto di restare sul posto e attendere la Locale (alcune volte per ore)
  • Mancato soccorso di specie diverse da cani e gatti

Unica alternativa presente sul territorio, nei limiti dell’operatività è il servizio di soccorso svolto da ENPA

Considerato che:

La città di Milano, come altre città italiane ed europee, è sempre più abitata da specie animali selvatiche e quindi riteniamo sia opportuno educare i cittadini a queste sempre maggiori presenze. I rondoni sono uccelli migratori che ogni anno ritornano sui cieli milanesi verso la metà di marzo, dopo aver trascorso i mesi invernali in Africa. Sono tra gli uccelli che meglio si sono adattati alla vicinanza con l’uomo, dal momento che nidificano in colonie anche numerose e utilizzano per riprodursi fessure, cavità, buche pontaie di edifici storici e moderni, si nutrono di migliaia di insetti rendendo un servizio ai cittadini eliminando insetti quali zanzare e afidi, sono uccelli dalla biologia affascinante: trascorrono infatti circa 10 mesi in volo senza mai fermarsi, nutrendosi, bevendo e addirittura dormendo in volo, regalando ogni anno alla nostra città, la loro presenza festosa, ambasciatrice dell’estate ed emblema della fauna selvatica che coabita le nostre città e ne condivide sottotraccia gli spazi. Ogni anno centinaia di cittadini milanesi contattano le associazioni milanesi per chiedere informazioni su cosa fare in caso di ritrovamento di rondini caduti dai nidi incapaci di volare

Considerato che:

Le associazioni che si occupano di animali hanno più volte chiesto di interloquire con l’amministrazione comunale per concordare linee guida e collaborare in maniera più proficua

Preso atto che:

Il fenomeno dell’abbandono di animali ancora troppo diffuso può essere affrontato con una capillare campagna di sensibilizzazione e informazione sull’ adozione consapevole

Considerato che:

Già nel mese di luglio 2017 è stata approvata una mozione sul Pianto Anticaldo per i cani

Invita il Sindaco e la Giunta a realizzare quanto segue:

– Istituzione di un tavolo di lavoro sugli animali a cui partecipino le associazioni, i Garanti degli Animali e l’assessorato per consentire uno scambio di idee e un filo diretto più stretto con l’amministrazione

– Realizzazione di un Pronto Soccorso per animali diversi da cani e gatti per andare incontro alle esigenze della cittadinanza nonché per ottemperare agli obblighi di tutela degli animali previsti dal regolamento regionale emesso in attuazione delle modifiche fatte al Testo Unico delle leggi sanitarie (legge 33/2009) in quale prevede che i Comuni debbano dotarsi di apposite strutture per il ricovero e la gestione di animali diversi da cani e gatti, anche mediante convenzione con associazioni presenti sul territorio

– Campagna di sensibilizzazione sulla fauna selvatica e una campagna di informazione per i cittadini e le cittadine usando i rondoni come testimonial affinché si celebri il ritorno sui nostri cieli di questi uccelli dopo un lungo ed instancabile volo, a conferma della vocazione della nostra città all’accoglienza, si sensibilizzi la cittadinanza a segnalare le colonie, si apra una finestra di consapevolezza sulla presenza della fauna selvatica in città e si informi sul cosa fare e a chi rivolgersi nel caso si trovino rondini o altra fauna selvatica in difficoltà

– Campagna di sensibilizzazione sull’adozione consapevole: ovvero una campagna che miri a responsabilizzare e informare i cittadini sull’importanza di adottare un animale solo dopo aver capito fino in fondo i benefici ma soprattutto gli oneri che ne comporta

– Piano anticaldo animali: si chiede di dare seguito alla mozione discussa e approva nel mese di luglio del 2017. Ovvero si chiede di realizzare una giornata in cui si invitano i cittadini e le cittadine a portare una o più ciotole per cani che poi saranno distribuite ai commercianti che ne faranno richiesta.

Evento “La Milano che Ama gli Animali” 11 luglio 2017 – Festa de l’Unità

MARTEDI’ 11 LUGLIO 2017 alle ore 21

alla Festa de l’Unità

LA MILANO CHE AMA GLI ANIMALI 

Con la Consigliera Vasile ne discuteranno: 

Paola D’amico giornalista

Carlo Monguzzi Cons. Comunale

Cristina Spoldi Cons. Municipio 3

Ermanno Giudici ENPA

Jole Darin Mondo Gatto

Elia Mele LIPU

Paola Papi OIPA

Andrea Pirovano Progetto Natura

Giovanni Gottardi WWF

Simone Pavesi LAV

Giacomo Ferrara Associazione tutor degli animali

Paola Fossati Garante degli Animali   

 

 

Intervento in Consiglio Comunale sulla tutela degli Animali

Oggi intervengo per parlare di un tema che esce un po’ fuori dal perimetro delle politiche sociali ma non esce però fuori né dal mio cuore né tantomeno nella lotta per i più deboli, per i più vulnerabili, gli indifesi.

Ecco perché oggi intervengo per parlarvi di animali, gli stessi che da anni mi portano qua e là per il mondo con varie associazioni di volontariato per la tutela dell’ambiente e la salvaguardia delle specie in via d’estinzione.

Tuttavia qui a Milano il lavoro da fare è un altro rispetto a quello che ho svolto nei miei campi di lavoro, e l’arrivo dell’estate evidentemente mi ha spinta a riflettere e ad invitarvi a riflettere su questo tema.

Spesso l’arrivo dell’estate ci fa riflettere sul tema dell’abbandono degli animali sul ciglio della strada da parte di chi pensa di non avere altre soluzioni per andare in vacanza e con il cuore arido riesce a legarli ad un guard rail, però le associazioni che si occupano di animali, come per esempio l’ENPA, ci dicono che l’abbandono dei cani o gatti o altre specie di animali è un fenomeno tendenzialmente costante durante l’anno questo cosa vuol dire? Questo vuol dire che dobbiamo lavorare alla radice del problema.

Vuol dire che noi dobbiamo lavorare sulla CONSAPEVOLEZZA ed insistere su 3 fronti:

1- ovvero dobbiamo fare una campagna sulle ADOZIONI consapevoli: perché avere un animale costa in termini di tempo e di danaro e bisogna esser sicuri di voler destinare entrambi all’animale

2- un campagna che spinga a non acquistare animali selvatici ai quali non si può garantire benessere

3- spiegare ai cittadini di non acquistare animali in rete bensì adottarli perché a Milano ce ne sono tantissimi in cerca di una casa rendendo i cittadini consapevoli dei maltrattamenti e dell’illegalità nascosti molto spesso dietro la vendita di cani di razza

Mi unisco a quanto detto poc’anzi sull’illegalità per affrontare un tema molto delicato quello del traffico di cuccioli di razza che vengono dall’Est:

Un business illegale che movimenta circa 300 milioni di euro l’anno, con un traffico di circa 2mila esemplari a settimana. Milano ha acceso i riflettori sui traffici illeciti e i cuccioli di razza con un convegno organizzato dall’Associazione OIPA (Organizzazione Internazionale Protezione Animali) recentemente, ma dobbiamo fare di più!

Dai Paesi dell’Est Europa, infatti, arrivano in continuazione cuccioli trasportati in condizioni spesso drammatiche, ammassati per più di 48 ore in camion non ventilati, senza disponibilità di cibo né acqua, immersi nei propri escrementi e non protetti da trasportini. I cuccioli che riescono a sopravvivere sono per lo più deboli, sofferenti, presentano disturbi comportamentali, o sono affetti da gravi malattie infettive e infestati da parassiti. Tutte conseguenze di un mancato svezzamento o di trattamenti farmacologici non corretti.

Nel territorio milanese l’acquisto di cani di razza è una prassi molto diffusa che ha ricadute anche sui costi di gestione dei canili, dove molti animali aspettano di essere adottati.

Concludo con l’augurio che riusciremo a fare una bella campagna di sensibilizzazione che ricordi ai proprietari di animali di non lasciarli in auto o sul terrazzo, una campagna che sensibilizzi i ristoratori a garantire l’acqua per i cani come avviene nella maggior parte dei paesi sviluppati e auguro buon lavoro ai neo Garanti degli animali, Paola Fossati e Gustavo Gandini perché il lavoro da fare è veramente tanto e complicato, io da parte mia sono disponibile ad impegnarmi su questo fronte e spero lo sia tutto il consiglio comunale.

animali