Tour fra le case del volontariato

Tour fra le case del volontariato

Milano, 20 febbraio 2017 – Oggi bellissimo tour fra le Case del Volontariato una più bella dell’altra, una risorsa incredibile per la nostra meravigliosa città. Ci sono un po’ di cose da sistemare, e valorizzare: opere d’arte, teatro dei burattini, doposcuola per bambini, pittura, scrittura, musiche e danza balcaniche , yoga della risata e tanto altro. Il mio cuore batte sempre per il Volontariato. Un grazie immenso a chi mi ha accompagnata ed accolta con calore in ogni tappa.

Lotta al fumo: 24mila libri nelle scuole

Milano, 9 febbraio 2017 – Durante le Commissione Politiche Sociali, Servizi per la Salute e Volontariato tenutasi martedì scorso abbiamo presentato la campagna Smettere di fumare è facile: i libri come risorsa.

Ringrazio di cuore la casa editrice EWI che ha messo a disposizione del Comune di Milano 24mila testi informativi da distribuire delle scuole per prevenire e combattere la dipendenza dal fumo. Vogliamo impegnarci nella lotta al fumo proprio lì dove inizia la dipendenza: nel 61% dei casi infatti i fumatori accendono la prima sigaretta negli anni della scuola, influenzati dai compagni. Una scelta alla quale poi diventa difficile trovare una vita d’uscita, più di un fumatore su 7 ha iniziato addirittura prima dei 15 anni. Più di un terzo dei fumatori ha tentato di smettere ma con esiti negativi nella stragrande maggioranza dei casi, ecco perché credo che questi libri possano essere un valido supporto per tutti coloro che desiderino smettere di fumare per il proprio bene e di chi lo circonda.

In audizione erano presenti Francesca Cesati e Luisa Cozzi che da molti anni operano nel campo della disassuefazione al fumo e delle dipendenze in generale. Proprio l’ambito in cui lavorano fa sì che abbiano a cuore non solo la soluzione ma anche la prevenzione.

Ogni anno in Italia muoiono circa 83 mila persone per patologie correlate al fumo, per questo è fondamentale continuare a sensibilizzare la popolazione, fumatori e non, sui rischi che questa cattiva abitudine comporta sulla salute recentemente a Milano sono stati registrati 1760 decessi causati da questa patologia, 1178 uomini e 582 donne. Questi sono alcuni dati che emergono dall’Indagine condotta da Doxa per conto della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori di Milano.

Potete ascoltare l’intervista di Francesca Cesati al link: www.youtube.com/watch?v=LKZs5Ymdb6w

Riunione con le Case del Volontariato del Comune di Milano

 

Milano, 6 febbraio 2017 – Oggi ho organizzato un riunione con alcune associazioni di Volontariato attive sul territorio milanese e in particolar modo nelle Case del Volontariato del Comune di Milano.

Lo scopo principale è stato quello di conoscere i punti di forza e di debolezza delle strutture messe a disposizione delle associazioni nonché di iniziare una riflessione su quello che l’amministrazione può fare per valorizzare i progetti delle associazioni medesime.

Molteplici sono stati i punti di riflessione sollevati ed io mi auguro che quello di oggi sia solo il primo di una lunga serie di momenti di incontro e confronto.

Credo che in questo momento storico più che mai ci sia bisogno di altruismo, solidarietà e quindi Volontariato.

 

Bilancio delle politiche sociali 2017: nessun taglio ai servizi alla persona e diverse innovazioni

Bilancio delle politiche sociali 2017: nessun taglio ai servizi alla persona e diverse innovazioni

Milano, 26 gennaio 2017 – Ieri si è tenuta l’importante Commissione Politiche Sociali, Servizi per la Salute, Volontariato congiunta con la Commissione Bilancio alla presenza degli Assessori Roberto Tasca e Pierfrancesco Majorino.

Ci sarà un contenimento della spesa per 7 milioni di euro che toccherà l’area residenzialità e in particolare l’utilizzo di residenze sanitarie assistenziali per le persone anziane (1,6 milioni), di comunità educative per mamme con minori senza necessità di alta assistenza (2 milioni) e le spese di accoglienza dei minori stranieri non accompagnati che sarà a carico dello Stato e non più quasi totalmente dei comuni (2,6 milioni di euro). Una riduzione delle spese in alcuni capitoli di bilancio che non intaccherà il numero e il livello dei servizi destinati ai cittadini che potranno accedere a nuovi contributi.

image

Nell’anno corrente il Comune di Milano impiegherà 232.038.645 di euro di cui 168.261.000 propri e 63.777.645 di provenienza statale e vincolati a contrasto della povertà e immigrazione. Al sostegno al reddito e alle misure contro la povertà saranno destinati 38.467.650 di euro (più del doppio rispetto al 2011 quando a bilancio erano 18 milioni): 13,6 milioni in contributi e titoli sociali per anziani, 7,8 per disabili; 3,9 milioni di euro per giovani coppie e adulti in difficoltà (1,8 dei quali in borse lavoro); 4 milioni per famiglie con minori (1,7 dei quali in reddito di maternità). Alla residenzialità andrà la tranche più corposa di finanziamenti: 113.749.564 di euro (di cui 51 milioni per anziani, 39,6 per comunità minori, 15,3 per persone con disabilità). Ai servizi diurni e all’assistenza domiciliare andranno invece 46.986.850 di euro (di cui 18,7 milioni per anziani, 8,9 per minori e 19,6 per persone con disabilità). All’area adulti in difficoltà andranno 12.981.000 di euro, 9,6 destinati all’estrema povertà, 1,8 in borse lavoro e 2 milioni per i centri antiviolenza e per le vittime della tratta.

Con il 2017 si potrà contare su una serie di risorse provenienti dallo Stato che oltre a sostenere interamente la presenza dei richiedenti asilo accolti a Milano consentirà di sviluppare nuovi progetti contro la grave emarginazione (Pon Inclusione 8,4 milioni di euro per il triennio, 3 milioni nel 2017) e per la riqualificazione sociale delle periferie (Pon Metro, 8,4 milioni nel triennio).  Per l’area infanzia e adolescenza ci saranno 3,6 milioni di euro per progetti del VI Piano Infanzia e Adolescenza della Città di Milano (ex legge 285).

Il primo passo verso gli alberghi sociali

Milano, 25 gennaio 2017 – Ieri si è svolta una commissione congiunta Casa e Politiche Sociali durante la quale è stata illustrata, alla presenza dell’Assessore Rabaiotti, la delibera di Giunta per l’emissione di un avviso pubblico finalizzato all’individuazione di operatori interessati a destinare a locazione transitoria immobili per far fronte a situazioni di emergenza abitativa. L’Amministrazione mette in campo nuove misure di sostegno alle politiche dell’abitare, per trovare soluzioni efficaci alle migliaia di famiglie sfrattate che a causa della caduta di reddito, non sono più in grado di pagare l’affitto del canone libero.

Verranno prese in considerazione le proposte di beni immobili per locazione temporanea per un periodo minimo di 18 mesi e massimo di 5 anni, sono esclusi gli immobili di proprietà del Comune affidati a qualsiasi titolo a terzi. I beneficiari saranno i nuclei sfrattati o destinatari di provvedimento esecutivo di sfratto per morosità incolpevole, cui non sia ancora stato assegnato un alloggio Erp, con un reddito familiare ISEE inferiore a 26000 euro. Verrà data precedenza a chi ha reddito più basso, gli sfrattati, infine, non devono avere altro alloggio disponibile sul territorio della Regione Lombardia.

Gli immobili che verranno messi a disposizione da privati potranno avere le caratteristiche di unità abitativa oppure di fabbricati a destinazione residenziale, ricettiva a residenza comunitaria o comunque idonea a ospitare persone, potranno esse messe a disposizione singole camere dotate di servizi igienici almeno ogni due nuclei familiari e massimo 6 posti letto, essere dotati di spazio cucina anche comuni.

L’Amministrazione erogherà ai soggetti attuatori, per mezzo dell’Agenzia Sociale per la locazione “Milano Abitare”, un contributo, per un periodo massimo di 18 mesi, a parziale copertura del canone dovuto dagli inquilini degli alloggi o delle camere in locazione transitoria che va da 200 euro mensili per mono-bilocali o camere in strutture recettive fino a 600 euro per unità abitative con tre o più camere da letto.

Credo che la forza di questo provvedimento consiste nel gioco di squadra fra i vari assessorati, Casa e Politiche Sociali, sono fermamente convinta che possiamo fare molto se affrontiamo i problemi della città trasversalmente soprattutto quando si tratta di aiutare le fasce più deboli della popolazione. Milano è la città della solidarietà, e sono certa che anche questa volta saprà mostrare la sua generosità verso i cittadini in difficoltà.

Cura del disagio infantile e adolescenziale

Cura del disagio infantile e adolescenziale

Milano, 18 gennaio 2017 – Oggi si è tenuta la Commissione Politiche Sociali e Servizi per la Salute congiunta con la Commissione Educazione ed insieme abbiamo affrontato un importante tema: quello del disagio infantile e adolescenziale che oggi più che mai caratterizza la nostra società.

Sono stati presentati due progetti dall’Associazione Jonas presenti sul territorio milanese: Gianburrasca e Telemaco.

Gianburrasca, si occupa di disagio infantile: iperattività e aggressività, disturbi specifici dell’apprendimento, del sonno e dell’alimentazione, disturbi dello spettro autistico e dipendenza da videogiochi. Il secondo, Telemaco, si occupa di disagio nell’adolescenza: problemi relazionali, insuccesso scolastico, disturbi alimentari, attacchi di panico, ansia, depressioni, dipendenze, bullismo e cyberbullismo e problematiche legate all’integrazione.

Il dott. Zuccardi Merli, responsabile scientifico di Gianburrasca, ha spiegato che il disagio infantile e adolescenziale è un campo senza limite, non ci sono più dei sintomi definiti e specifici ma c’è un allargamento dei confini e una confusione rispetto alle nuove forme di disagio ecco perché l’associazione Jonas può essere un punto di riferimento sintomatico per permettere la presa in carico del soggetto che soffre senza tempi di attesa e attraverso un lavoro di rete con il Comune, le scuole e le realtà del territorio.

Io credo che il loro lavoro sia molto prezioso soprattutto nell’affrontare il disagio infantile che se non adeguatamente individuato e gestito, può manifestarsi in modo esponenziale nell’adolescenza nonché nell’età adulta, quindi il mio augurio è che la giornata di oggi sia stata solo un piccolo tassello per costruire un lungo percorso insieme alla Commissione Educazione e far sì che i genitori e gli insegnanti non si sentano mai soli dinanzi a tali disagi.

Durante la Commissione erano presenti in audizione, la psicologa Giada Marcato per il progetto Gianburrasca e la psicologa Valentina Calcaterra per il progetto Telemaco.

Hanno partecipato per Gianburrasca il Dott. Uberto Zuccardi Merli, direttore scientifico del Centro, e per Telemaco il Dott. Andrea Panico.

Stessi giochi, stessi sorrisi e tanto altro

Stessi giochi, stessi sorrisi e tanto altro

Sono state ore molto difficili per la nostra città, tutti noi consiglieri comunali siamo stati vicini al nostro Sindaco Beppe Sala convinti e fiduciosi che questa situazione si sarebbe risolta il prima possibile. Sono molto felice perchè poche ore fa il Sindaco ha dichiarato di riprendere a pieno le sue funzioni.
Ti scrivo per aggiornati sulle iniziative che ho portato avanti nell’ultimo mese che è stato denso di attività e contenuti.

AREE GIOCO PER BAMBINI DISABILI
Innanzitutto vorrei raccontarti che insieme ad altre colleghe e associazioni che si occupano di disabilità abbiamo fatto numerose ricerche e studi per poter proporre al Consiglio Comunale di approvare alcuni emendamenti al Regolamento del Verde che contemplassero aree gioco per bambini disabili con giochi usufruibili da tutti contemporaneamente.
Sono felice di questo traguardo soprattutto perché è stato un gioco di squadra e soprattutto perché sono convinta che sarà il primo di una lunga serie di iniziative che intraprenderò sulla disabilità con altre colleghe e colleghi nonché con la delegata del Sindaco all’accessibilità Lisa Noja.

Nelle Giornata dedicate alla Disabilità ho avuto l’onore e il piacere di partecipare a moltissime iniziative fra cui la presentazione del progetto Book-Box per l’inclusione dei giovani autistici che gestiranno una rete di piccole biblioteche, il workshop “Durante e dopo di noi” organizzato dall’Università degli Studi di Milano e all’evento S-Porte Aperte, quando lo sport abbatte le barriere, durante il quale ho avuto l’onore di conoscere la nostra atleta Arjola Trimi, medaglia d’argento nel nuoto alle Paralimpiadi di Rio, una donna meravigliosa.

image

FESTA NAZIONALE DELLA ROMANIA
Vorrei raccontarti di un momento molto intenso e felice per me, che è stato quello di incontrare il nuovo Console della Romania Adrian Georgescu in occasione della Festa Nazionale della Romania tenutasi il 2 dicembre.
Nel mio breve discorso ho raccontato la mia storia e la mia determinazione nel realizzare i progetti che mi porto nel cuore nonché la speranza che la mia comunità intraprenda sempre più un percorso di integrazione positiva.

PIANO PER I SENZA DIMORA

Tra le commissioni convocate nell’ultimo mese ci tengo a segnalarti quella sul Piano per i Senza Dimora che ci ha visti impegnati con l’Assessore Pierfrancesco Majorino in due sedute poiché il tema è lungo e complesso, ci tengo a darvi alcune informazioni utili:

  • I cittadini possono segnalare al Centro Aiuto la presenza di persone senza tetto chiamando il 02 88447645-6-7-8-9.
  • Sul sito del Comune è stato pubblicato un «Avviso Pubblico di manifestazione di interesse finalizzata al censimento e all’istituzione di un elenco di famiglie disponibili all’accoglienza sperimentale in famiglie destinata a soggetti adulti senza dimora o in grave emergenza abitativa nell’ambito del piano per i senza dimora»;
  • Le adesioni da parte delle famiglie interessate possono pervenire fino al 09.01.2017

GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE

image

Infine ci tengo a ricordarti che il 25 novembre, Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne, ho partecipato ad un evento organizzato da Jo Squillo e tante altre associazioni di promozione del suo docu-film in cui racconta attraverso toccanti testimonianze la storia di Wall of Dolls, che ha visto la partecipazione dell’Assessora Cristina Tajani e della Delegata del Sindaco alle Pari Opportunità Daria Colombo. Allo spazio Oberdan eravamo in tanti a dire “Basta alla violenza sulle donne” e sulla scia di questo lavoro ho anche organizzato una commissione sulla violenza sulle donne disabili con l’Associazione in Cerchio, l’inizio di un percorso di dialogo e lavoro condiviso.

Inizia l’avventura in Comune

Inizia l’avventura in Comune

Durante la prima commissione Politiche Sociali, Servizi per la salute e Volontariato sono stata eletta Presidente, una commissione molto impegnativa che racchiude tanti temi che mi stanno a cuore: dalla violenza di genere alla lotta alla povertà, dal sostegno alle persone a rischio di emarginazione all’immigrazione, dagli interventi a favore di persone con disabilità fino ad arrivare al volontariato.

Nelle prime due commissioni di ottobre mi sono occupata dello sfruttamento della prostituzione, invitando in audizione varie realtà che si occupano di questo fenomeno nella Città Metropolitana fra le quali Caritas, i Padri Somaschi, Lule Onlus e la dott.ssa Alessandra Kustermann. Nel 2015 sono state oltre 2.000 le vittime. Il Comune di Milano coordina le azioni di dieci tra enti ed associazioni che compongono la rete anti-tratta attiva sul territorio della Città Metropolitana, realtà che si occupano di attività di emersione, accoglienza e ospitalità in regime di Pronto Intervento, messa a disposizione di strutture protette (prima e seconda accoglienza), ospitalità in appartamenti per l’autonomia (terza accoglienza), tirocini lavorativi ed attivazioni di borse lavoro finalizzati all’inserimento occupazionale. Per la prosecuzione degli interventi il Comune ha previsto un investimento di 580.000 euro.

Sempre durante il mese di ottobre abbiamo costituito la Sottocommissione Carceri, pene e restrizioni della libertà, tema molto importante che è stato portato avanti da chi mi ha preceduta in modo egregio. In particolare spero vivamente di poter collaborare con la Garante, la dott.ssa Alessandra Naldi, nel modo più proficuo possibile, soprattutto alla luce della mia elezione come vicepresidente di tale Sottocommissione.

Ieri invece abbiamo affrontato un tema che mi sta molto a cuore, quello della disabilità, con una commissione congiunta con Sport e Turismo, parlando di itinerari turistici accessibili a tutti e illustrando ciò che è stato fatto dal Comune: in audizione erano presenti la delegata del Sindaco alla disabilità Lisa Noja, Alberto Fontana Presidente di Ledha Lombardia e Nicola Stilla Presidente di UICI. Il Comune di Milano ha elaborato con le associazioni il progetto per la continuità da Expofacile a Milanopertutti. Expofacile è il progetto realizzato in occasione di Expo per favorire la partecipazione delle persone con disabilità.  A breve sarà on-line il nuovo portale Milanopertutti attraverso il quale sarà possibile trovare sempre maggiori informazioni volte all’accoglienza dei turisti con disabilità e per persone con esigenze specifiche, desiderose di visitare la nostra città. Inoltre tramite il sito www.milanoaccogliente.it è possibile accedere ai corsi di formazione dedicati a chi desidera avvicinarsi alla tematica della disabilità.

Nel mese di settembre, insieme alle mie colleghe, ho costituito la squadra femminile di calcio delle Consigliere Comunaliche sabato 24 ha partecipato al Torneo Fermati Otello Cup, un torneo organizzato contro la violenza di genere, che ha visto la partecipazione di tantissime squadre fra le quali quella delle Parlamentari. Grazie alla raccolta fondi del Torneo l’Associazione Fermati Otello, porterà nelle scuole un progetto di prevenzione alla violenza di genere Ti Amo se ti Rispetto.

Infine, ti segnalo un evento molto bello e interessante Il Festival della Crescita che farà una tappa a Milano sabato 15 ottobre e alla quale parteciperò anch’io. Ti aspetto alle 16.30 presso il Palazzo delle Stelline!