Sono nata a Bucarest il 29 dicembre 1984, all’età di 6 anni sono arrivata a Milano ed ho vissuto in questa bellissima città portandomi nel cuore le mie origini. Mi sono laureata in economia e finanza con lode e dopo alcune esperienze lavorative ho vinto una borsa di studio per il Dottorato di Ricerca in Sociologia Economica all’Università degli studi di Milano.

La mia passione per la politica nasce dai racconti del mio nonno Emilio, colui che per primo mi ha trasmesso i valori della Resistenza e della Libertà, gli stessi valori che mi hanno spinta a impegnarmi attivamente in politica. Ho iniziato al liceo e continuato all’Università, dove, in qualità di rappresentante degli studenti nel Comitato Pari Opportunità della Statale, ho lavorato duramente con i miei compagni per far approvare il Garante contro le molestie sessuali e ogni genere di discriminazione, dall’omofobia alla disabilità.

Il mio impegno per dar voce ai più deboli mi ha spinta a conoscere il vasto e meraviglioso mondo del Volontariato, dove ho avuto modo, attraverso vari progetti, di lavorare con bambini in difficoltà o disabili e di coltivare un’altra grande passione che è quella per la tutela dell’ambiente e la salvaguardia degli animali, partecipando a campi di lavoro nazionali e internazionali.

L’incontro con il mondo del volontariato, unito alla lotta contro le discriminazioni di ogni genere hanno dato vita al progetto di cui vado più orgogliosa: Fermati Otello!
Fermati Otello è un’associazione che ho fondato alcuni anni fa che si occupa di organizzare nelle scuole, corsi di prevenzione alla violenza di genere, omofobia, bullismo e discriminazioni e numerosi eventi che hanno visti protagonisti parlamentari, forze dell’ordine, associazioni di volontariato e aziende private. Sono convinta che dalla violenza si possa uscire, insieme.

Sono stata eletta Presidente della commissione consigliare Politiche sociali, Servizi per la salute e Volontariato, una commissione molto impegnativa che racchiude tanti temi che mi stanno a cuore: dalla violenza di genere alla lotta alla povertà, dal sostegno alle persone a rischio di emarginazione all’immigrazione, dagli interventi a favore di persone con disabilità fino ad arrivare al volontariato.