Cura del disagio infantile e adolescenziale

Cura del disagio infantile e adolescenziale

Milano, 18 gennaio 2017 – Oggi si è tenuta la Commissione Politiche Sociali e Servizi per la Salute congiunta con la Commissione Educazione ed insieme abbiamo affrontato un importante tema: quello del disagio infantile e adolescenziale che oggi più che mai caratterizza la nostra società.

Sono stati presentati due progetti dall’Associazione Jonas presenti sul territorio milanese: Gianburrasca e Telemaco.

Gianburrasca, si occupa di disagio infantile: iperattività e aggressività, disturbi specifici dell’apprendimento, del sonno e dell’alimentazione, disturbi dello spettro autistico e dipendenza da videogiochi. Il secondo, Telemaco, si occupa di disagio nell’adolescenza: problemi relazionali, insuccesso scolastico, disturbi alimentari, attacchi di panico, ansia, depressioni, dipendenze, bullismo e cyberbullismo e problematiche legate all’integrazione.

Il dott. Zuccardi Merli, responsabile scientifico di Gianburrasca, ha spiegato che il disagio infantile e adolescenziale è un campo senza limite, non ci sono più dei sintomi definiti e specifici ma c’è un allargamento dei confini e una confusione rispetto alle nuove forme di disagio ecco perché l’associazione Jonas può essere un punto di riferimento sintomatico per permettere la presa in carico del soggetto che soffre senza tempi di attesa e attraverso un lavoro di rete con il Comune, le scuole e le realtà del territorio.

Io credo che il loro lavoro sia molto prezioso soprattutto nell’affrontare il disagio infantile che se non adeguatamente individuato e gestito, può manifestarsi in modo esponenziale nell’adolescenza nonché nell’età adulta, quindi il mio augurio è che la giornata di oggi sia stata solo un piccolo tassello per costruire un lungo percorso insieme alla Commissione Educazione e far sì che i genitori e gli insegnanti non si sentano mai soli dinanzi a tali disagi.

Durante la Commissione erano presenti in audizione, la psicologa Giada Marcato per il progetto Gianburrasca e la psicologa Valentina Calcaterra per il progetto Telemaco.

Hanno partecipato per Gianburrasca il Dott. Uberto Zuccardi Merli, direttore scientifico del Centro, e per Telemaco il Dott. Andrea Panico.